Skip to Content

ITALIANO_Iniziare con Scratch

Piccola collezione di risorse per iniziare a presentare Scratch ai vostri alunni.

E' sempre difficile decidere come iniziare a introdurre Scratch in classe.

 

I bambini hanno modi diversi di imparare, c'è chi ama sperimentare senza vincoli e chi ha bisogno di più struttura e indicazioni. Come fare allora a introdurli a Scratch in modo utile divertente per tutti?

 

Spesso i ragazzi hanno bisogno di sperimentare in prima persona la logica della programmazione (le sequenze di comandi) e di esplorare a piccoli passi il funzionamento dell'interfaccia di Scratch prima di poter realizzare un progettone completo! ;)

 

In questi anni, io ed i miei colleghi dell'Associazione ProgrammaBol abbiamo tradotto qualche attività delle Creative Computing Guide di Karen Brennan per aiutare i nostri studenti a sperimentare il funzionamento di Scratch:

 

- Programmato per Ballare serve a sperimentare in prima persona un linguaggio di programmazione, fornendo e interpretando istruzioni semplici e complesse

 

- Scratch Suprise serve per entrare in confidenza con l'interfaccia di Scratch in maniera esplorativa

- 10 Blocchi  serve per approfondire la conoscenza di particolari blocchi di Scratch

 

Queste due attività vi offriranno l’opportunità di riflettere e discutere con i vostri studenti su come si sono sentiti a creare con e senza vincoli definiti.

Saranno informazioni preziose sia per voi, che potrete tenerne conto quando impostate le future esperienze di apprendimento ed il vostro ruolo di facilitatori, sia per loro, che diventeranno un pochino più consapevoli di loro stessi e di come la parola “creatività” voglia dire cose diverse per ognuno.

 

Gli altri due file (Che Fame parte 1 e parte 2) sono una mini guida alla realizzazione di un semplice videogame (il famoso "Acchiapparello" di Carmelo Presicce)

 

Speriamo che le nostre risorse possano essere utili a voi e sopratutto ai vostri studenti!

Vi suggeriamo di usarle a supporto dell’esperienza di apprendimento e di adattarle alle caratteristiche del vostro gruppo di studenti….dando loro tempo per sperimentare ed aiutarsi a vicenda :)